La sua vita è legata al borgo antico di Farfa dove arrivai, ancora in fasce da Campana, piccolo paese della Calabria, un'infanzia semplice e felice .
Questa fu fondata nel V secolo da Lorenzo Siro sopra un tempio pagano dedicato alla dea Vacuna, molto venerata in sabina
Distrutta dai Longobardi, venne ricostruita nel VII secolo da monaci guidati da Tommaso di Morienna e da qui iniziò la grandezza di Farfa, dovuta alla sua posizione strategica ma ancor più dall’abilità politica dei suoi abati che si schierarono con i Franchi e il Papa contro i Longobardi.
Carlo Magno vi soggiornò in più occasioni prima di venire incoronato Imperatore del Sacro Romano Impero .
La sua vita scorreva e una domanda le si affacciava "cosa farò da grande?".
Un signore Belga negli anni '80,venuto a passare un periodo di ferie a Farfa, le diede una tela , e le disse "copia questa foto" mostrandole una marina con due barche in secca. Il suo primo quadro venduto per una tavolozza
Quel giorno le fu tutto chiaro, la mia strada era segnata, avrei dipinto tutto quello che avevo tra le mani: tele, colonne, maschere, murali, damigiane e tegole, soprattutto quelle antiche facenti parte dell’antico tetto, donatemi dall’abate dell’abbazia di Farfa.
Improvvisamente tutti quei santi seri e mesti, S.S. Pietro e Paolo, S. Orsola, i Papi Benedettini, i Dottori della Chiesa, commissionati ai fratelli Zuccari dal cardinale Alessandro Farnese alla fine del ‘500 e dipinti probabilmente dai discepoli della loro scuola, e lo splendido Giudizio Universale posto sopra la porta d’ingresso dipinto con la tecnica dell’olio su muro attribuito al pittore fiammingo Van den Broek datato 1561, mi apparvero sotto una nuova luce, non più personaggi dipinti ma opere d’arte esposte. Esposte come le centinaia di libri che i frati Certosini hanno scritto a mano ma soprattutto dipinto con splendide miniature.
Così come accadeva nel Rinascimento, iniziò come ragazzo di bottega .
Ora ha un suo studio di pittura a Farfa è un piccolo locale vicino alla porta nord, dove una volta c’era l’ufficio postale. E’ il mio affascinante mondo. .
Non è gelosa del suo spazio anzi cerca continuamente chi come lei ama l’arte e soprattutto la pittura per scambiare idee, tecniche ed esperienze, compagna di viaggio in questo momento è Ilaria Eusebi, giovanissima e fresca di studi artistici.
Venite a Farfa, venite in questo antico borgo fermo al XV secolo dove tutto è rimasto immutato, dalle vecchie botteghe alle stradine, dall’abbazia agli splendidi panorami della valle dell’omonimo fiume. Venite a trovarci perché a Farfa si vede il cielo.

______________________________________________________________________________________________________________
STUDIO RICCA: Via Porta Montopoli 27 - 02032 -Abbazia di Farfa - Fara in Sabina (RI) - Tel: 3386392235 - E_mail: riccacaterina@libero.it